Cosa sono le mappe mentali

Alla fine degli anni sessanta il cognitivista inglese Tony Buzan ha ideato un nuovo strumento per rappresentare ed elaborare il pensiero: le mind maps, divenute note in Italia col nome di mappe mentali.

Il mindmapping è una tecnica visuale per stimolare e mettere a frutto le capacità creative personali e di gruppo, le risorse mentali inconsce, i processi associativi spontanei con i quali si ristrutturano le idee, la sovrapposizione di varie chiavi interpretative per comprendere le situazioni.
A differenza delle mappe concettuali , il cui modello di realizzazione è connessionista, una mappa mentale viene disegnata con approccio associazionista: si procede con libera associazione mentale, iniziando dall’elemento centrale, sia agganciando man mano nuovi elementi verso l’esterno della struttura, sia ristrutturando quelli già inseriti.

La struttura gerarchico-associativa

Mappa mentale - Struttura gerarchica

Una mappa mentale è strutturata come un albero, che si estende partendo dal centro verso l’esterno.
Ogni elemento della mappa ha sempre e solo un antecedente, cui è collegato mediante un ramo.
Questa regola generatrice vale tanto per le mappe mentali create “a raggiera”, quanto per le mappe mentali disegnate con i rami “orientati a sinistra”, oppure “all’alto al basso”.

Mappa mentale - Relazioni associative

Tra coppie di rami della mappa mentale possono essere presenti dei rimandi, rappresentati mediante frecce.
Questi legami sono essenzialmente note, richiami e commenti: i contenuti della mappa saranno sempre e solo descritti con rami.

Mappa mentale - Geometria radiale

Nella mappa mentale è possibile individuare sotto-mappe, che possono essere consultate sia percorrendo le direttrici gerarchiche centro-esterno, sia secondo ideali livelli concentrici, riferiti all’intera mappa oppure localmente ad un certo ramo.

La fusione tra immagini, colori e testo

Queste caratteristiche riguardano la struttura di una mappa mentale e aiutano a mettere in relazione le mind maps di Tony Buzan con le mappe concettuali di Joseph Novak. Altra importante differenza tra mappe concettuali e le mappe mentali è che in queste ultime c’è un forte impiego di elementi evocativi, che stimolano il processo creativo e la memorizzazione.

Mappa mentale - Elementi evocativi

Si utilizzano immagini fantasiose, che siano divertenti per l’autore da scegliere e disegnare, e che si prestino a colpire e interessare chi le consulta.

Mappa mentale - Uso dei colori

Vengono utilizzati colori che diano la sensazione di armonia, oppure contrastanti per attirare l’attenzione.

Mappa mentale - Singole parole  chiave - Keyword

Si scelgono singole parole chiave, collegate e strutturate nella mappa mentale, per sintetizzare ed esprimere i concetti sia sui singoli rami, sia nelle articolazioni dei sottorami.

Una mappa mentale consente dunque una rappresentazione che ha un punto di partenza ma che può estendersi a piacimento verso l’esterno, e connettere progressivamente elementi in modo gerarchico.

Perchè usare le mappe mentali

Utilizzare le mappe mentali ti sorprenderà, perché ti permetterà:

  • di trovare soluzioni attraverso un percorso del tutto personale
  • di sviluppare abilità mentali e consolidare competenze.

Sono milioni le persone in tutto il mondo che le utilizzano già: professionisti, docenti e studenti che raggiungono risultati eccellenti anche grazie al mindmapping.

Scopri quali vantaggi puoi ottenere anche tu:

 

Mappa mentale - Memoria Chiarezza Lucidità Percezione Comprensione

  • Memoria
  • Chiarezza
  • Lucidità
  • Percezione
  • Comprensione

Mappa mentale - Dare priorità Gestire tempi Gestire risorse Esporre Sintetizzare Analizzare

  • Coordinare
  • Connettere
  • Focalizzare
  • Esporre
  • Sintetizzare
  • Analizzare

Mappa mentale - Integrazione Creatività Iniziativa Organizzazione Focalizzazione Attenzione

  • Integrazione
  • Creatività
  • Iniziativa
  • Organizzazione
  • Condivisione
  • Attenzione

Mappa mentale - Stress Ansia Complicazione Isolamento Noia Perdita di tempo Incomunicabilità

  • Stress
  • Ansia
  • Complicazione
  • Isolamento
  • Noia
  • Perdita di tempo
  • Incomunicabilità

Esempi e applicazioni di mappe mentali

Una galleria con esempi di mappe mentali disegnate durante mentoring online oppure corsi

  • Mappa mentale realizzata durante una sessione di mentoring online sui temi dell'autostima e dell'autoefficacia
    Mappa mentale realizzata durante una sessione di mentoring online sui temi dell'autostima e dell'autoefficacia

Considera queste mappe mentali come rappresentazioni che testimoniano un processo di analisi, di scoperta, di maturazione, di elaborazione compiuto da qualcuno.
Le mappe mentali sono sempre un prezioso work in progress, utile in primis a chi le realizza per pensare e per condividere

Utilizza anche tu le mappe mentali

Le mappe mentali sono strumenti di pensiero per ideare soluzioni, organizzare attività, formulare strategie

Mappa mentale - Business

Le mappe mentali per

Coordinare e Progettare

SCOPRI COME

Mappa mentale - Insegnamento e training

Le mappe mentali per

Insegnare ed Educare

SCOPRI COME

Le mappe mentali per

Studiare

SCOPRI COME

Ti ringrazio per la condivisione su questi canali ! :-)