La mappa mentale di sintesi del Question time Facebook #3 – 13/9/2018

(Tempo medio di lettura 2min)

Nel Question time #3 su Facebook del 13/9/2018 ho affrontato le seguenti 2 domande, giunte da amiche e amici che mi stanno seguendo sulla pagina FB “Le mappe del pensiero“:

  1. Utilizzo le mappe mentali in modo abbastanza semplicistico e naturale, mi hanno sempre aiutato a capire le circostanze e cosa stesse capitando, ma trovo una certa difficoltà nell’applicarle per cercare di far comprendere a chi ragiona “di pancia” determinati concetti e mi trovo a dover improvvisare. Di contro faccio anch’io fatica a comprendere posizioni non mappabili e ad accettarle. C’è qualcosa che mi può aiutare in tal senso?
  2. Leggi tutto “La mappa mentale di sintesi del Question time Facebook #3 – 13/9/2018”

Ti ringrazio per la condivisione su questi canali ! :-)

Le mappe mentali e il tempo per far fruttare le idee

(tempo medio di lettura: 2min)

Ultimamente ci si lamenta spesso della scarsità di buone idee, della superficialità del pensiero, della difficoltà a metterle a frutto.
A questo proposito mi sento di osservare che, per maturare, le idee hanno bisogno di tempo ! Come sviluppare dunque le idee in pensieri, se viviamo immersi in un continuo bombardamento di informazioni contrastanti, nella convinzione ipnotica che è necessario reagire istantaneamente?

Trovo interessante il parallelo tra un’idea e un frutto: serve un fiore pronto a ricevere, del polline trasportato da un altro fiore che possa fecondare e… del tempo, perchè ogni maturazione comporta un’attesa.
Forse è per questo che in un periodo di informazioni sfolgoranti, di stimoli istantanei e re-azioni in tempo reale, per molti è difficile distinguere e farsi proprie idee . E’ così che poi in tanti finiscono per adottare le idee di altri e le scambiano senza accorgersene per proprie. 

Questo fenomeno ha un impatto enorme sul piano personale, ma anche su quello professionale e più in generale su quello sociale, perchè le idee sono importanti: oltre a essere il presupposto delle azioni, le idee dànno riferimenti e aiutano a orientarsi nel mondo, a leggerlo, a interpretarlo, a comprenderlo.

Le mappe mentali e il tempo

Mi capita di parlare con persone molto sollecitate, che desiderano utilizzare le mappe per sviluppare e organizzare le loro idee. Leggi tutto “Le mappe mentali e il tempo per far fruttare le idee”

Ti ringrazio per la condivisione su questi canali ! :-)

Industria 4.0 e Mappe mentali: pensare, progettare e realizzare il cambiamento

(Tempo medio di lettura 2 minuti)

Il termine Industria 4.0 indica una tendenza dell’automazione industriale che integra tecnologie produttive
per migliorare le condizioni di lavoro, aumentare la produttività e la qualità produttiva degli impianti.

(Fonte Wikipedia)

Sicuramente anche tu avrai sentito molto parlare di industria 4.0 , considerata come la svolta industriale del futuro.

Poiché oggi la tecnologia permette:

  • una comunicazione ubiqua e in tempo reale
  • l’archiviazione di enormi quantitativi di informazioni
  • capacità di calcolo che possono essere sia accentrate, sia distribuite localmente

l’idea è quasi ovvia: realizzare sistemi produttivi integrati, nei quali le informazioni possono essere raccolte, elaborate e scambiate sia in orizzontale, sia in verticale, con l’obiettivo di  aumentare il più possibile la produttività, in termini di tempo, qualità, valore.

Questo ad esempio è possibile al livello di produzione (impianti produttivi interconnessi), al livello manageriale e strategico (cruscotti intelligenti Leggi tutto “Industria 4.0 e Mappe mentali: pensare, progettare e realizzare il cambiamento”

Ti ringrazio per la condivisione su questi canali ! :-)

Una mappa mentale per fissare ed elaborare idee creative

(tempo medio di lettura: 1min)

Ma le canzoni / Son come i fiori / Nascon da sole / E sono come i sogni
E a noi non resta / Che scriverle in fretta / Perché poi svaniscono / E non si ricordano più
(Cit. Vasco Rossi, “Una canzone per te”)

Forse che anche per te, come diceva Vasco Rossi, una delle peggiori sensazioni è renderti conto di aver dimenticato una buona idea: potevi dedicarle un attimo, fissarla, consolidarla un poco per poterla rielaborare in un secondo momento, ma… hai pensato che la memoria ti avrebbe assistito, perchè quell’idea era così forte, chiara, convincente; pareva impossibile perderla!

Invece, come avviene per i sogni, presto ti accorgi che i colori sfumano, i dettagli si annebbiano e anche le idee più valide scivolano via dalla mente e ne rimangono solo impronte inutili e una sorda sensazione di perdita.

Fissare idee creative con le mappe mentali

Ogni nuova idea è fragile, oltre che labile. Che sia una intuizione per realizzare una soluzione, oppure per concretizzare un’opportunità, è fondamentale riuscire a catturarla e a consolidarla subito, prima che sfumi. Leggi tutto “Una mappa mentale per fissare ed elaborare idee creative”

Ti ringrazio per la condivisione su questi canali ! :-)

L’importanza del processo nella creazione di mappe mentali

(tempo medio di lettura: 2.5min)

“Plans are worthless, Planning is essential”
(D.D.Eisenhower)

Fosse stata necessaria un’ulteriore conferma del fatto che l’importante è il processo, più che il documento realizzato, mi pare particolarmente calzante che lo stesso presidente Eisenhower abbia detto “I piani sono inutili, la pianificazione è essenziale” .

Si tratta di un principio valido in generale, sul quale mi sento di insistere anche nel parlare di mappe.

Il focus sulla realizzazione di mappe mentali

Se hai già realizzato tue mappe, di sicuro ti sarà capitato di concentrarti e di spendere molte energie: Leggi tutto “L’importanza del processo nella creazione di mappe mentali”

Ti ringrazio per la condivisione su questi canali ! :-)

Una mappa cognitiva per il digital marketing

(tempo medio di lettura: 1.5min)

Digital Marketing Map

Forse anche tu trovi affascinanti mappe infografiche di questo tipo, che richiamano alla mente l’idea del viaggio in città che non conosci e che puoi visitare con le linee della metro.

Questa mappa, pubblicata da Hallam internet marketing, pur lasciando implicite alcune informazioni, descrive in modo abbastanza preciso relazioni, percorsi e strumenti nel vasto mondo del marketing online: SEO, Website, CRM, Social media, PPC, Analytics.

I concetti e le informazioni sono descritti mediante linee, etichette, colori, sagome, collocazioni.

E’ un esempio di mappa cognitiva

Si tratta di un tipico esempio di mappa cognitiva. Da cosa puoi capirlo? Dal fatto che punta a dare una descrizione chiara, precisa e rigorosa. Inoltre presenta: Leggi tutto “Una mappa cognitiva per il digital marketing”

Ti ringrazio per la condivisione su questi canali ! :-)

Mappe mentali: strumenti per essere creativi

(tempo medio di lettura: 2.5min)

Colui che ha solo il martello vede solo chiodi
(A.Maslow)

Questa metafora mi è particolarmente cara perché pone l’accento su punti estremamente importanti per chi utilizza le mappe:

  • la differenza sostanziale tra vari tipi di strumenti;
  • il condizionamento che uno strumento può introdurre nello svolgimento di un’attività;
  • la distorsione che uno strumento può portare anche nella concezione e nell’impostazione di attività.

Nei miei corsi spesso faccio l’esempio dei cacciaviti piatti e a croce, su viti che hanno testa a taglio piatto oppure a croce:

  • le combinazioni possibili sono quattro;
  • solo due casi sono ottimali, mentre gli altri casi sono da valutare in base alla situazione per non rovinare strumento e lavoro.
Ciacciavite piatto Cacciavite a croce
Vite con testa a taglio piatto OTTIMO IMPOSSIBILE
Vite con testa a taglio a croce PARZIALE OTTIMO

Strumenti per pensare

Leggi tutto “Mappe mentali: strumenti per essere creativi”

Ti ringrazio per la condivisione su questi canali ! :-)

Il pensiero visuale per creare Reti di valorizzazione territoriale

Quasi 10 anni fa il terremoto dell’Aquila non ha portato solo morte e distruzione: ha intaccato lo smalto di tanti abitanti, ha portato a una perdita di identità e a una crescente difficoltà a guardare con fiducia al futuro. Anche così si spiega l’accelerazione che ha avuto il fenomeno dello spopolamento dei tanti paesi colpiti. La situazione poi si aggrava e si estende ulteriormente quando nel 2016 e nel 2017 arrivano anche i morti e le distruzioni dei terremoti che si susseguono dal 24/8/2016 ad Amatrice (RI) , fino al 18/1/2017 nell’Alta Valle dell’Aterno (AQ), passando per la tremenda scossa del 30/10/2016 in Marche e Umbria.

In un contesto così, che fare? Da dove cominciare?

Il Parco Nazionale del Gran Sasso Monti della Laga rappresenta di fatto un grande cratere sismico: dei 44 Comuni che ne fanno parte, 38 ricadono in almeno un cratere (quello dell’Aquila del 2009 e/o quello 2016-17).

Per questo, nell’ambito del Dipartimento di Scienze Umane dell’Università de L’Aquila è stato elaborato un progetto  “Il territorio dei miei sogni”, sostenuto dal Parco, e costituito un gruppo di ricerca, per analizzare la realtà a partire dai sogni che le persone ancora possono esprimere per la nascita di progetti per la valorizzazione dei territori del Parco.

Leggi tutto “Il pensiero visuale per creare Reti di valorizzazione territoriale”

Ti ringrazio per la condivisione su questi canali ! :-)

Una licenza gratuita di MindMaple Classic con i miei corsi

E’ con grande piacere che posso annunciare per le prossime edizioni dei miei corsi la partnership con una delle software house storiche del mindmapping: avremo per sponsor la canadese MindMaple LLC 

Per supportare l’attività divulgativa sull’utilizzo delle mappe mentali, metterà a disposizione una licenza gratuita completa di MindMaple Classic per ciascun partecipante (valore ufficiale 49,99€)

MindMaple per produrre mappe

Due sono le più recenti versioni di MindMaple:

  • Classic: la soluzione completa per produrre sofisticate mappe mentali in ambiente Windows, Mac e iOS;
  • Pen: la soluzione semplice e intuitiva per disegnare mappe su tablet e cellulari con penna elettronica, in ambiente Windows 10.

Entrambe possono essere installati in locale e non richiedono alcun collegamento internet.

Quella fornita gratuitamente con i miei corsi sarà Leggi tutto “Una licenza gratuita di MindMaple Classic con i miei corsi”

Ti ringrazio per la condivisione su questi canali ! :-)

La mappa non è il territorio!? È proprio vero? (1a puntata)

La mappa non è il territorio
(Alfred Korzybski, “Selections from Science and Sanity: An Introduction to Non-aristotelian Systems and General Semantics”, ed IGS)

Durante i miei corsi sulle mappe mentali molto spesso torno su questo motto, così importante per la semantica moderna e così fecondo di ricadute nella psicologia, nella comunicazione, nel marketing (penso alla PNL, ma non solo).

L’arco percorso dalle lancette dell’orologio non è il tempo trascorso,
la descrizione del menu non è il piatto che ordini,
la linea sulla piantina non è la strada che percorri.

Anche le mappe meno astratte, anche quelle più accurate, intrinsecamente saranno sempre altra cosa dalla sostanza rappresentata.
Malgrado ciò sia chiaro ed evidente, a volte si verifica un “disorientamento ontologico” che porta a confondere mappa e territorio, specie in quelle situazioni in cui la qualità della rappresentazione è di primaria importanza.
Con questo primo articolo (ne seguiranno altri) voglio fare delle considerazioni sulle tante ricadute di questo principio e sui cortocircuiti che esso può aiutare a individuare.

Territori mentali

Cosa viene mappato quando il territorio non è uno spazio o un oggetto fisico, tangibile, misurabile?.
In questi casi, cosa Leggi tutto “La mappa non è il territorio!? È proprio vero? (1a puntata)”

Ti ringrazio per la condivisione su questi canali ! :-)